24.7.15

Tre culetti (Rufino, II secolo d.C. Antologia Palatina V, 35)

Mi hanno scelto a giudicare tre culetti,
mi hanno svelato quell'abbagliante nudità.
Bianco e morbido il primo, fioriva
di fossette rotonde, ridente marchio di bellezza;
l'altro, schiudendosi, fra le carni di neve rosseggiava
più vermiglio che rosa porporina.
L'ultimo s'increspava di brevi onde silenziose,
fremito irrefrenabile della sua pelle tenera.
Se il giudice delle dèe avesse contemplato quei culetti,
non le avrebbe più degnate di uno sguardo.

In Il miele di Afrodite (cura e traduzione di Marina Cavalli), Mondadori, 1991
Posta un commento

statistiche