23.11.16

“Nace en las ingles...”. Una poesia di Rafael Alberti

Rafael Alberti in una delle ultime foto
Nasce tra gli inguini un calore discreto
come rumore di spuma silenzioso
Suo duro giunco, prezioso il tulipano
senza l'acqua si piega, vivo e spossato.

Cresce dentro il sangue un agitato
urgente pensamento bellicoso.
L'esausto fiore perso nel suo riposo
rompe il suo sonno bagnato alla radice.

La terra esplode e perde dalle viscere
succo, sorgente ed albereto verde.
Palpita, cricchia, frusta, spinge, esplode.

La vita spacca vita in piena vita.
Anche se morte vince la partita,
tutto è un allegro campo di battaglia.

Rafael Alberti con la moglie Maria Teresa Salvador nel 1935
Nace en las ingles un calor callado,
como un rumor de espuma silencioso,
su dura mimbre el tulipán precioso
dobla sin agua, vivo y agotado.

Crece en la sangre un desasosegado,
urgente pensamiento belicoso.
La exhausta flor perdida en su reposo
rompe su sueño en la raíz mojado.

Salta la tierra y de su entraña pierde
savia, venero y alameda verde.
Palpita, cruje, azota, empuja, estalla.

La vida hiende vida en plena vida.
Y aunque la muerte game la partida,
todo es un campo alegre de batalla.

-----
Postilla
"Nace en las ingles..." è il settimo dei Sonetos corporales (Sonetti corporali) inseriti nella raccolta Entre el clavel y la espada (Tra il garofano e la spada, 1935-1940). 
L'ho ripreso da Poesie, Newton Compton, 1977. La traduzione  è mia. (Salvatore Lo Leggio)

Nessun commento:

statistiche